15dic2017

Micio Tempio - Vietato ai minori con Giuseppe Castiglia e Angelo Tosto

Teatro Metropolitan

Via Sant' Euplio, 21 - Catania (CT)

Inizio Spettacolo ore 20.30

Prezzi d'ingresso:
Posto Unico Numerato € 15,00

ACQUISTA ON LINE PUNTI VENDITA

MICIO TEMPIO – vietato ai minori
L'Associazione Culturale Le Nuove Muse, rappresentata da Giusi Manna e Simona Di Bella, ha dato vita al progetto culturale MICIO TEMPIO - vietato ai minori.
Rappresentazione biografica, romanzata, della vita del poeta e scrittore catanese
Domenico Tempio, meglio conosciuto come Micio Tempio. Nata da un'idea di Piero Lipera, l'opera teatrale MICIO TEMPIO - vietato ai minori, si svolge in un solo atto, della durata di due ore circa. Ambientata tra la fine del '700 e l'inizio dell'800, con costumi d'epoca, nel cuore di una Catania totalmente scissa tra l'ignoranza di un popolo che non cerca evoluzione culturale e un ambiente socialmente elevato permeato di falsità e perbenismo. Temi che il poeta tratta con ironia e voluta trasgressione. Del suo linguaggio artistico ne fa, infatti, uno strumento di denuncia.
Di Micio Tempio non sappiamo molto, e quel po' pervenutoci è impastato di volgarità spicciola e versetti di bassa cultura. Quest'opera teatrale, oltre ad essere un progetto culturale, nasce con il preciso intento di attuare un vero e proprio restauro della figura di un letterato, a cui Catania ha dato i natali, ma lo ha poi dimenticato. Rosario Minardi e Marco Tringali, (sceneggiatori e registi) hanno spolverato la figura di Micio Tempio, interpretato da un grande Angelo Tosto, attraverso una scrittura contemporanea, diretta ed elegante, riportando alla luce una perla unica nel suo genere, restituendo dignità ad un grande uomo di cultura, senza che un giudizio superficiale e affrettato possa sminuirne lo spessore personale o della sua opera. Credere che sia stato esclusivamente dedito al gusto peccaminoso delle segrete alcove in cui sia Dei che uomini vengono ritratti mentre danno libero sfogo alle loro più infuocate trasgressioni, sarebbe davvero riduttivo dato che la più attenta critica lo definì “il Dante di Sicilia”. È stato soprattutto autore impegnato, vessillo ed esempio di libertà, ispiratore sincero di nobili ideali e delle speranze nutrite in cuore per la sua amata Sicilia, ma anche cantore delle più sfrenate fantasie d’amore, Micio è l’uno e l’altro.Lo spettacolo, come in un flashback, ripercorre, con ironia, drammaticità e trasgressione, i momenti cruciali della vita del poeta, riportando fedelmente alcune delle sue opere più note (tratti da “La Carestia” e “Lu veru piaciri”; e ancora “U piritu”, “La futtuta all'inglisa”,“La pignata, la cucchiara e lu piattu”, “la minata degli Dei”). Siamo nella “Civita” del 1798, da lì a poco esploderà il malcontento del popolo affamato da un’improvvisa e violenta carestia. Gli eventi di quell’anno ispireranno il poeta per la sua opera più celebre. Giuseppe Castiglia nei panni del “narratore” guiderà lo spettacolo per ricostruire la schiva intimità e riservatezza del poeta. Narra del dolcissimo rapporto coniugale con la badante “Caterina”, nei cui panni la bravissima Luana Toscano, della sua frequentazione con il principe di Biscari, brillantemente interpretato dallo stesso Giuseppe Castiglia, e con la nobiltà del tempo, dei cui vizi, Tempio, raccontava attraverso versi ironici e “spinti”, ridicolizzando spesso i personaggi che ne facevano parte. Non mancano, infatti, momenti esilaranti grazie all'esplosiva interpretazione di Rossana Bonafede nel doppio ruolo di Rosa, prostituta che “dona amuri a cu amuri non po' aviri” e della svampita baronessa, moglie del “baronello”, vittime del sottile sarcasmo di Micio Tempio. Nel cast anche Santo Santonocito e Antonio Caruso nei ruoli dei rivoluzionari, amici fraterni di Micio, con i quali fu accusato di giacobinismo. Il taglio cinematografico, l'impianto scenografico concepito come un desktop, rendono l'opera assolutamente fluida e contemporanea. Il tutto viene reso magico dalla musica eseguita dal vivo da “I Beddi – Musicanti di Sicilia”, sei musicisti polistrumentisti, di altissimo livello, che raccontano con le loro note tutte le mozioni contenute nello spettacolo. Colori, musica, danze e allegria si devono all'esplosiva vitalità degli attori della Compagnia del teatro degli Specchi.

Potrebbero interessarti anche..

03dic2017

Marco Bazzoni - Baz

Teatro Angelo Musco - Catania

info & acquista
10dic2017

Antonella Ruggiero in I Regali di Natale

Teatro Città della Notte - Melilli

info & acquista

Dirty Dancing
2 e 3 Marzo 2018
Teatro Metropolitan-Catania

Teatro Metropolitan - Catania

info & acquista